Incontinenza fecale

incontinenzafecale

L’incontinenza fecale è l’incapacità di eliminare le feci e i gas in situazioni socialmente accettabili. Rappresenta un problema assai imbarazzante da impedire una normale vita sociale e limita pesantemente le attività relazionali e lavorative.

 

  1. L’incontinenza è di origine mucosa e ano cutanea quando è secondaria ad interventi sull’ano e sul retto. 
  2. L’incontinenza di origine muscolare si riscontra nelle lesioni chirurgiche dell’apparato muscolare.
  3. L’incontinenza di origine neurologica si presenta in diverse patologie neurologiche per compromissione a livello midollare e/o encefalico.
  4. L’incontinenza idiopatica si manifesta per lo più in pazienti di sesso femminile. La muscolatura pelvica è rilassata e di consistenza molle.

Di seguito un elenco dei sintomi riscontrabili:

  • Incapacità di giungere in tempo in bagno
  • Biancheria sporca
  • Diarrea
  • Stipsi
  • Dolori addominali
  • Gonfiore addominale

Le possibili cause sono:

  • Post chirurgica: a seguito di interventi sul colon o chirurgia proctologica
  •  traumi ostetrici
  • Lesioni del midollo spinale
  • Patologica: diabete mellito, morbo di Crohn, sindrome del colon irritabile, Alzheimer
  • Stipsi

 

 

REFERENZE

  • P. Di Benedetto - Riabilitazione uro-ginecologica - Seconda edizione, Edizione Minerva Medica, 2004

 

Condividi l'articolo

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su Twitter
Dolore pelvico cronico

Dolore pelvico cronico

La sindrome del dolore pelvico cronico è un insieme di sintomi caratterizzato da dolore cronico in sede pelvica con possibili irradiazioni alla regione lombare, ai genitali esterni, alla vagina e vulva, all’inguine, alla regione sovra-pubica, al sacro-coccige, alla radice delle cosce della durata d...

Leggi tutto...

Prolasso uro-genitale

Prolasso uro-genitale

Per prolasso urogenitale si intende la discesa verso il basso di vagina (colpocele), vescica (cistocele), utero (isterocele), retto (rettocele) o anse intestinali (enterocele). In base al livello di discesa si definiscono tre gradi:    Prolasso di primo grado: la discesa non supera il ter...

Leggi tutto...

Ritenzione urinaria

Ritenzione urinaria

La minzione è il risultato di due importanti fattori: la contrazione vescicale e la diminuzione delle resistenze uretrali. Per ritenzione urinaria si intende la presenza di urina in vescica con conseguente incapacità della stessa di svuotarsi. La ritenzione urinaria è più frequente nel sesso maschi...

Leggi tutto...

Vescica iperattiva

Vescica iperattiva

Per vescica iperattiva si intende la circostanza in cui sono presenti sintomi come l’urgenza minzionale irrefrenabile e l’aumento della frequenza degli atti minzionali, in concomitanza o meno ad incontinenza urinaria da urgenza. Può succedere che il muscolo detrusore della vescica si contragga auto...

Leggi tutto...

Incontinenza urinaria

Incontinenza urinaria

Si definisce la continenza urinaria come la capacità di rinviare a piacimento la minzione e di espletarla in condizioni di convenienza igienico-sociale: ciò è indice di integrità anatomica e funzionale delle vie urinarie inferiori (Di Benedetto, Riabilitazione uro-ginecologica). Si definisce l’inco...

Leggi tutto...

Incontinenza fecale

Incontinenza fecale

L’incontinenza fecale è l’incapacità di eliminare le feci e i gas in situazioni socialmente accettabili. Rappresenta un problema assai imbarazzante da impedire una normale vita sociale e limita pesantemente le attività relazionali e lavorative.   L’incontinenza è di origine mucosa e ano cutane...

Leggi tutto...