Vescica iperattiva

vescicaiperattiva

Per vescica iperattiva si intende la circostanza in cui sono presenti sintomi come l’urgenza minzionale irrefrenabile e l’aumento della frequenza degli atti minzionali, in concomitanza o meno ad incontinenza urinaria da urgenza. Può succedere che il muscolo detrusore della vescica si contragga autonomamente e determini uno stimolo impellente ad urinare prima che la vescica si sia riempita a volumi normali. Per fare diagnosi di vescica iperattiva bisogna escludere infezioni delle vie urinarie, ostruzioni dell’ultimo tratto dell’apparato urinario, tumori della vescica, prostata ingrossata, utilizzo di farmaci scatenanti la patologia, consumo eccessivo di alcool e caffè.

Può essere espressione di instabilità detrusoriale e in questo caso viene definita “motoria”(alterata contrattilità o iperattività del detrusore). Al contrario si può avere una urge incontinence “sensitiva” quando si sente l' impellente bisogno di urinare  a bassi riempimenti vescicali indipendentemente dall’attività contrattile detrusoriale.

I sintomi sono: 

  • urgenza: improvviso desiderio di urinare difficile da rinviare;
  • aumento della frequenza degli atti minzionali: percezione di svuotare la vescica troppo spesso nelle 24 ore (8 volte al giorno è la soglia di normalità);
  • nicturia: necessità di alzarsi una o più volte durante la notte per svuotare la vescica.

Questi sintomi possono verificarsi singolarmente o in combinazione, ma l'urgenza deve essere sempre presente per confermare la diagnosi di Vescica Iperattiva.

Vescicaiperattivatesto

La Vescica Iperattiva compare quando l’interazione tra le strutture deputate al riempimento e lo svuotamento vescicale è anomala. Normalmente l’ urina viene prodotta dai reni, passa attraverso gli ureteri per poi arrivare in vescica, la quale si espande e quando raggiunge il livello soglia manda stimoli nervosi al cervello per iniziare la minzione. A questo punto gli stimoli nervosi coordinano la contrazione del muscolo vescicale (il detrusore) e il rilassamento dei muscoli che circondano il collo vescicale e l’uretra in modo da poter espellere l’urina.

Essendo la Vescica Iperattiva una condizione cronica, la causa dell’origine può essere molteplice: alterazioni del riflesso menzionale associati o meno a disturbi miogeni, psicogeni o comportamentali (depressione e ansia in particolare).

In Italia colpisce più di 3 milioni di persone (il 17% delle persone adulte) con un pesante impatto sulla qualità della vita: continui risvegli notturni o la ricerca ossessiva di un bagno in situazioni poco opportune. A causa di questo problema, a livello psicologico possono insorgere ansia, senso di isolamento, depressione, perdita di autostima, alterazione della vita sessuale, limitazioni nel lavoro o nella vita sociale. Non meno importante l’aspetto economico di questo problema, in quanto i pazienti devono ricorrere a presidi come pannolini/assorbenti da acquistare autonomamente.

 

 

REFERENZE

  • P. Di Benedetto - Riabilitazione uro-ginecologica - Seconda edizione, Edizione Minerva Medica, 2004

  • www.informazionimediche.com - Vescica iperattiva: cause e rimedi

 

Condividi l'articolo

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su Twitter
Dolore pelvico cronico

Dolore pelvico cronico

La sindrome del dolore pelvico cronico è un insieme di sintomi caratterizzato da dolore cronico in sede pelvica con possibili irradiazioni alla regione lombare, ai genitali esterni, alla vagina e vulva, all’inguine, alla regione sovra-pubica, al sacro-coccige, alla radice delle cosce della durata d...

Leggi tutto...

Prolasso uro-genitale

Prolasso uro-genitale

Per prolasso urogenitale si intende la discesa verso il basso di vagina (colpocele), vescica (cistocele), utero (isterocele), retto (rettocele) o anse intestinali (enterocele). In base al livello di discesa si definiscono tre gradi:    Prolasso di primo grado: la discesa non supera il ter...

Leggi tutto...

Ritenzione urinaria

Ritenzione urinaria

La minzione è il risultato di due importanti fattori: la contrazione vescicale e la diminuzione delle resistenze uretrali. Per ritenzione urinaria si intende la presenza di urina in vescica con conseguente incapacità della stessa di svuotarsi. La ritenzione urinaria è più frequente nel sesso maschi...

Leggi tutto...

Vescica iperattiva

Vescica iperattiva

Per vescica iperattiva si intende la circostanza in cui sono presenti sintomi come l’urgenza minzionale irrefrenabile e l’aumento della frequenza degli atti minzionali, in concomitanza o meno ad incontinenza urinaria da urgenza. Può succedere che il muscolo detrusore della vescica si contragga auto...

Leggi tutto...

Incontinenza urinaria

Incontinenza urinaria

Si definisce la continenza urinaria come la capacità di rinviare a piacimento la minzione e di espletarla in condizioni di convenienza igienico-sociale: ciò è indice di integrità anatomica e funzionale delle vie urinarie inferiori (Di Benedetto, Riabilitazione uro-ginecologica). Si definisce l’inco...

Leggi tutto...

Incontinenza fecale

Incontinenza fecale

L’incontinenza fecale è l’incapacità di eliminare le feci e i gas in situazioni socialmente accettabili. Rappresenta un problema assai imbarazzante da impedire una normale vita sociale e limita pesantemente le attività relazionali e lavorative.   L’incontinenza è di origine mucosa e ano cutane...

Leggi tutto...